Accedi

 

INIZIA IL PERIODO DI PROVA

Web Manager: chi è e cosa fa

 

di Francesca Zucchini

Oggigiorno sempre più aziende comunicano anche, se non soprattutto, attraverso la rete e richiedono lo sviluppo e la gestione di progetti web, che prevedono non solo la creazione di un sito (o di profili social, e-commerce, blog, app, …) ma anche la sua promozione tramite strategie di marketing, il monitoraggio degli andamenti sul web e un tuning regolare.

Il web manager è proprio la figura che si occupa di questi progetti ed è una delle professioni più emergenti per quanto riguarda il mercato digitale.

Di solito tali professionisti lavorano come freelance oppure in web agency, di cui possono essere anche imprenditori; ma possono anche essere dipendenti inseriti nell’Area Comunicazione di aziende o enti che possiedono un proprio sito web.

L’Osservatorio delle Competenze Digitali riporta per il 2016 che quella del project manager digitale è tra le professioni più richieste ma anche più difficili da reperire e formare per le aziende ICT.

Cosa fa un Web Manager?

Diversi sono gli aspetti e processi di cui un web manager si deve occupare.

Innanzitutto occorre identificare gli obiettivi che l’azienda o il cliente vogliono raggiungere tramite un determinato prodotto web e quindi stimare le risorse da impiegarvi e le persone da coinvolgere, per andare a definire il piano anche nel lungo termine.

Il web manager si interfaccia quindi con la committenza, ma si occupa anche di coordinare le varie figure che intervengono nel progetto (ad esempio, web developer, content editor, web designer, copywriter, …) e di gestire le relazioni con l’esterno, in particolare gli input degli utenti e di altri stakeholder.

office-notes-notepad-entrepreneur-38556-largeOltre a creare il sito web, curarne i contenuti e la grafica, bisogna anche promuoverlo: sono necessarie quindi competenze in ambito di SEO e SEM e social media, per saper adottare le giuste strategie di marketing.

È fondamentale inoltre valutare e tenere monitorati i risultati del progetto ottenuti ed eventualmente apportare modifiche e aggiustamenti in base anche al feedback del cliente. Il progetto web non termina una volta pubblicato il prodotto online, ma occorre mantenere il sito sempre aggiornato, proprio perché sul web le informazioni non sono mai statiche, bensì fluide e in continuo cambiamento. Un web manager può in realtà dedicarsi principalmente agli aspetti non tecnici dei progetti web, al lato creativo e strategico, se ha possibilità di disporre di (e orchestrare) collaboratori che gestiscano gli elementi più specialistici.

Gli esperti del settore riconoscono che al di là delle conoscenze tecniche, in questo lavoro un po’ di creatività non guasta, ma hanno una certa importanza anche competenze più umanistiche.

La comunicazione è un tuo punto di forza?

Potresti essere interessata a combinare a queste tue attitudini le potenzialità della tecnologia: per farlo è necessario intraprendere un cammino formativo adeguato per apprendere le capacità tecniche.

Puoi farlo iniziando dal nostro PERCORSO WEB MANAGER in offerta fino al 21 agosto,  in cui troverai 4 corsi online con cui potrai approcciarti alla gestione dei progetti web. 😉

Condividi

0commenti su "Web Manager: chi è e cosa fa"

Lascia un Messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

iscriviti alla newsletter

Nome:

Email:

novembre, 2018

Non ci sono eventi

About

Work Wide Women è la prima piattaforma di social learning dedicata alla formazione femminile sulle nuove professioni legate al web e alle nuove tecnologie.

Su

© 2017 DIG-B SRLS - Via Tavernola, 91/C, 80053 Castellammare di Stabia (NA) P.IVA 07723131210 - REA NA-905782

Credits: socialcities.it

X